>> 11a GIORNATA: l' Editoriale

 

 

 

 

 

 

A 100 minuti dal termine


A 100 minuti dal termine, il Napoli passa momentaneamente in testa (28 punti) grazie al successo sullo Zenit per 6-3. Certo, il Genoa (26) deve ancora recuperare il derby con la Sampdoria, ma i partenopei stanno lanciando segnali importanti, come mai gli era accaduto da quando partecipano ai tornei di Casa Golden. Continua la crisi Torino, risale in modo deciso l’Atletico Madrid. 

 

 

 

>> LA GIORNATA

 

A 100 minuti dal termine, il Napoli passa momentaneamente in testa (28 punti) grazie al successo sullo Zenit per 6-3. Certo, il Genoa (26) deve ancora recuperare il derby con la Sampdoria, ma i partenopei stanno lanciando segnali importanti, come mai gli era accaduto da quando partecipano ai tornei di Casa Golden. 

A livello statistico, gli Azzurri hanno una differenza reti migliore (32 vs 27) ma, rispetto al Genoa, hanno perso una partita, mentre il Genoa ha registrato un confortante 8-2-0 finora.

 

Si è ripreso il Barcellona (21 punti – terzo posto) col successo sul Torino. Non inganni però da subito il risultato: l’incontro era stato anticipato a qualche settimana fa, quando i blaugrana erano ancora squadra molto unita, cosa che oggi sembrano non essere più.

 

A quota 19 segue un terzetto interessante, composto da Atletico, Zenit e Torino. Momenti diversi per queste compagini: il Torino, che era pure stato in testa, prosegue la sua crisi. Lo Zenit era la squadra in ascesa dell’ultimo mese ma si è bloccato nello scontro col Napoli. L’Atletico (miglior attacco ma anche peggior difesa delle tre) è il ritratto dell’essere altalenanti: alterna cicli di due-tre vittorie ad altrettante giornate negative. 

 

Sono un po’ risalite Samp e Ajax (15 punti entrambe). La Sampdoria è la brutta copia della squadra che ha più volte vinto il torneo e che sta prendendo il girone un po’ sotto gamba. L’Ajax era partito benino, poi si è perso e ora sta tornando in buona forma. I Lancieri hanno una tra le peggiori differenze reti del torneo: -10.

 

In coda pochi segnali positivi dalle altre, col Verona che avrebbe i numeri per salire un po’ ma che ha perso una buona occasione contro il Bayern.


 

>> PROMOSSI

 

Polsella (Gen): i suoi soffrono ma vincono anche grazie alle sue parate.

 

Maroni (Nap): le cose migliori del Napoli oggi passano dai suoi piedi. Insieme a Lucidi oscurano l’assenza di Belli.

 

Gentile (Sam): finora si è visto poco, da solo può vincere il torneo.

 

>> BOCCIATI 

 

Torino: ancora loro. Partenza buona, grande parte centrale del torneo eppure ora sono fuori dai giochi per vincere il titolo della Regular season. È crisi?

 

 

 

 

>> TOP 5

 

Reggiani (Spa)

Colantonio (Spa)

Kammou (Bar)

Gretarsson (Atl)

Belli (Nap)

 

 

 

 

 

>> LA PROSSIMA GIORNATA

 

Torino-Napoli è il big match di giornata: i partenopei si giocano il primo posto, il Torino si gioca la possibile permanenza tra le grandi. Interessante Sampdoria-Zenit: i doriani sono in risalita e lo Zenit (sconfitta con Napoli a parte) è tra le squadre più in forma dall’inizio del 2020 a oggi.

 

 

 

 

» Torna...